english










Viafarini, organizzazione non profit
per la promozione dell'arte contemporanea
attiva dal 1991, è spazio espositivo
aperto alla sperimentazione, offre
servizi di documentazione sulle arti visive
e organizza un residence per artisti e curatori.


Report 2006-2007

Una stagione di grandi sforzi e importanti riconoscimenti quella del 2006-2007, segnata in particolare dalla collaborazione con Gemmo s.p.a., società leader nei settori dell’impiantistica tecnologica e del Facility Management e primo sponsor istituzionale di Viafarini, e il conferimento dell'American Center Foundation Grant, prestigioso premio internazionale assegnato a Viafarini, per l’impegno nel sostenere artisti emergenti e per il carattere sperimentale delle proprie iniziative.

Fra queste, nel 2006 si è avviato il progetto Milano on the Move, collaborazione con la Provincia di Milano, finalizzato a favorire la mobilità degli artisti. L’invito rivolto a direttori di alcune delle più note istituzioni internazionali con programmi di residence a trascorrere un soggiorno di ricerca a Milano si è rivelato una valida opportunità per far conoscere il lavoro degli artisti italiani a curatori stranieri, nonché per stringere i rapporti e ampliare le occasioni di scambio con l’estero. Nel 2006 sono stati ospitati Karin Eklund del Delfina Projects di Londra, Els van Odijk della Rijksakademie di Amsterdam, Christoph Tannert, della Künstlerhaus Bethanien di Berlino, Euridice Arratia dell’Art-Omi di New York, mentre nel 2007 la proposta è stata accolta da Vasif Kortun del Platform Garantì di Istanbul, Chus Martinez del Frankfurter Kunstverein e Katerina Gregos dell’Argos di Bruxelles.
Grazie alle relazioni sviluppate in occasione di Milano on the Move, Viafarini dal 2006 è responsabile di organizzare la residenza d’artista all’estero aggiudicata al vincitore del Premio Furla per l’Arte, nonché referente in Italia per gli artisti che fanno domanda per il programma di residence della Rijksakademie van beeldende kunsten di Amsterdam.

Report 2008-2010

Il 2008 è stato segnato dal trasferimento della sede di Viafarini nei nuovi spazi assegnati presso la Fabbrica del Vapore. In questa prestigiosa sede Viafarini disponeoggi di uno spazio espositivo di oltre 150 metri quadri.
Nello stesso anno è stato inoltre inaugurato il DOCVA Documentation Center for Visual Arts, che conserva e diffonde materiali di documentazione sulle arti visive contemporanee: libri, periodici, video, portfolio di artisti e informazioni su organizzazioni internazionali. I materiali sono stati raccolti nell’ambito delle attività organizzate da Careof e Viafarini grazie al servizio di visione dei dossier d’artista, all’attività di post-produzione video, ad acquisizioni e donazioni. Il DOCVA si avvale di una rete di collaborazioni con le organizzazioni impegnate in Italia nella promozione della ricerca artistica contemporanea, tra cui Artegiovane, Fondazione Antonio Ratti, Fondazione Bevilacqua La Masa, Fondazione Querini Stampalia - Premio Furla, Fondazione Spinola Banna per l’Arte, oltre a un network internazionale.

Presso la sua storica sede in via Farini al 35, Viafarini ha inaugurato VIR Viafarini-in-residence struttura di residenza internazionale per artisti e curatori, che nell'ambito del progetto Memories and Encounters permette di trascorrere un periodo di ricerca a Milano. Il residence è costituito da quattro appartamenti al primo piano e un ampio studio per artisti ospitati all’interno dello spazio di Viafarini.

Nel 2009 e nel 2010, a coronamento dell'attività ventennale a supporto della ricerca artistica più sperimentale, Viafarini è stata invitata a entrambe le edizioni di No Soul for Sale: a Festival of Independents. La rassegna, nata da un'idea di Cecilia Alemani, Maurizio Cattelan e Massimiliano Gioni, rappresenta un'occasione per promuovere sulla scena internazionale le attività dei più creativi, sperimentali e rappresentativi spazi indipendenti nonprofit provenienti da tutto il mondo. In occasione dell’edizione 2010, tenutasi alla Tate Modern di Londra per il decennale del museo, Viafarini ha presentato in anteprima il volume Souvenir d’Italie. A nonprofit art story, una pubblicazione che vuole raccontare la storia e i protagonisti del mondo dell’arte contemporanea in Italia dal 1991 ad oggi tramite l’esperienza seminale di una delle prime realtà nonprofit italiane, in una pubblicazione che raccoglie testimonianze, documenti, immagini e testi inediti.

Report 2011-2012

Tra il 2011 e il 2012 l'impegno ventennale di documentazione della ricerca artistica è stato l'oggetto di due eventi espositivi degli Archivi del DOCVA Documentation Center for Visual Arts.
Il primo progetto è stato Contemporaneo.doc/DOCVA, ospitato tra dicembre 2010 e febbraio 2011 presso il MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo a Roma, a cura di Giulia Ferracci e Carolina Italiano per MAXXI BASE. Oltre all'intero patrimonio archivistico delle associazioni Careof e Viafarini, il progetto ha ospitato anche i database online e un programma di lecture, screening di video e incontri di visione portfolio tra gli artisti e i curatori dell'archivio.
A partire da marzo 2012 si è invece inaugurata la collaborazione biennale tra le associazioni Viafarini e Careof e e il Museo del Novecento, che ha portato all'allestimento di una sala di consultazione degli archivi online all'interno della Sala Gianferrari.
Sempre nel 2012 è stato avviato il progetto Academy Awards, che punta ad avviare un dialogo tra le accademie d'arte italiane d'arte e il sistema dell'arte attraverso una serie di progetti espositivi, lezioni, incontri con gli artisti e presentazioni di progetti curatoriali ed editoriali, nonché offrendo ad alcuni artisti coinvolti nei progetti espositivi di continuare la propria formazione attraverso un periodo di residenza presso VIR Viafarini-in-residence.


top

last update 27-11-2012