english












Scarica i materiali


Veduta dell'installazione

Veduta dell'installazione

Renato Leotta

Antonio Barletta

Santo Tolone, Riccardo Baruzzi

Santo Tolone

Loredana Di Lillo

Giorgio Guidi

Emily Verla Bovino


Giovanni Oberti

Foto di Zeno Zotti


Il raccolto d'autunno è stato abbondante
a cura di Chiara Agnello e Milovan Farronato


Antonio Barletta, Riccardo Baruzzi, Emily Bovino, Loredana Di Lillo, Cleo Fariselli, Giorgio Guidi, Renato Leotta, Giovanni Oberti, Anja Puntari, Matteo Rosa, Maia Sambonet, Manuel Scano, Santo Tolone

10 novembre - 23 dicembre 2009


A seguito di due anni di ricerca, Careof e Viafarini, in collaborazione con l’Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia sono pronti a mostrare alcuni fra i più interessanti artisti il cui lavoro è ampiamente documentato negli archivi del DOCVA, il centro di documentazione sulle arti visive di Milano.

Gli artisti in mostra, selezionati da Chiara Agnello e Milovan Farronato, curatori del DOCVA, costituiscono un gruppo eterogeneo che ha avuto modo di confrontarsi nei mesi precedenti l'inaugurazione, allo scopo di verificare possibili sinergie o confacenti strategie di condivisione dello spazio espositivo, di orchestrare la definizione dei lavori in mostra e la loro sequenza. Giovani alle prime esperienze - per i quali la mostra è un terreno di sperimentazione e lo spazio fisico di una palestra intellettuale - affiancano artisti di maggiore esperienza e con qualche caratterizzante mostra alle spalle.
Si tratta di una “raccolta” copiosa, che intende offrire visione a ricerche variegate per grado di stili e modalità espressive, verificando temi, interessi, ricorrenze: dalle speculazioni astronomiche di Cleo Fariselli alle evocazioni storiche di Renato Leotta o letterarie di Emily Bovino; dal folklore italico di Antonio Barletta alle riflessioni multiculturali di Anja Puntari e Maia Sambonet; dai gesti permeati di romanticismo di Matteo Rosa alle presenze silenziose di Giovanni Oberti e Loredana Di Lillo; dalle costruzioni precarie di Manuel Scano, agli interventi paradossali di Santo Tolone, sino agli assemblaggi di Riccardo Baruzzi e Giorgio Guidi dove ogni elemento conserva tracce di memoria personale e collettiva.

Accompagna la mostra un catalogo edito da Mousse Publishing..

Un progetto di Careof e Viafarini
In collaborazione con l'Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia



top

last update 12-10-2011