english













veduta dell'installazione


veduta dell'installazione esterna

dettaglio dell'installazione

Fragmented Show
- Visiting Professor Marjetica Potrc
Mostra degli allievi del Corso Superiore di Arti Visive della FAR

aiPotu, Giorgio Andreotta Calò, Timea Anita Oravecz, Dafne Boggeri, Vesna Bukovec, Candice Jee, Alice Cattaneo, Ulrika Ferm, Gunndís Yr Finnbogadóttir, Michael Fliri, Emma Houlihan, Tara Kennedy, Inmi Lee, Emanuel Licha, Jonatah Manno, Alli Miller, Jennie Moran, neuroTransmitter, Gastón Ramírez Feltrín, Matteo Rubbi, Eugenio Tibaldi, Nicola Toffolini


a cura di Anna Daneri, Roberto Pinto e Cesare Pietroiusti

10 ottobre - 28 ottobre 2006

Martedì 10 ottobre inaugura Fragmented Show, la mostra degli allievi del Corso Superiore di Arte Visiva tenuto annualmente dalla Fondazione Antonio Ratti e diretto da Annie Ratti.

L'esposizione è a cura di Anna Daneri, Roberto Pinto e Cesare Pietroiusti ed è realizzata in collaborazione con le associazioni Artegiovane Milano, Careof, neon>fdv e Viafarini e con il patrocinio del Comune di Milano. Durante l'inaugurazione della mostra, alle ore 20 presso lo spazio espositivo della Fabbrica del Vapore gestito dal Settore Giovani del Comune di Milano, verranno annunciati i tre vincitori del Premio Epson FAR per la ricerca artistica, istituito da quest'anno grazie al contributo di Epson Italia che ha scelto di sostenere i giovani artisti premiando le opere di maggiore interesse sotto il profilo della sperimentazione visiva

.I 20 artisti, provenienti da ogni parte d'Italia e del mondo, sono:
aiPotu (Norway), Giorgio Andreotta Calò (Italy) and Timea Anita Oravecz (Hungary), Dafne Boggeri (Italy), Vesna Bukovec (Slovenia), Candice Jee (Australia), Alice Cattaneo (Italy), Ulrika Ferm (Finland), Gunndís Ýr Finnbogadóttir (Iceland/Holland), Michael Fliri (Italy), Emma Houlihan (Ireland), Tara Kennedy (Ireland), Inmi Lee (Korea), Emanuel Licha (Canada), Jonatah Manno (Italy), Alli Miller (USA), Jennie Moran (Ireland), neuroTransmitter (USA), Gastón Ramírez Feltrín (Mexico/Italy), Matteo Rubbi (Italy), Eugenio Tibaldi (Italy), Nicola Toffolini (Italy).

La School of Art - Faculty of Built Environment Art & Design della Curtin University of Technology, Western Australia, la Galleria Sku_ di Lubiana (Slovenia), il Museo Boijmans Van Beuningen di Rotterdam (Olanda), The office for contemporary Art Norway (OCA), lo Svenska Konstskolans Vänner (SKV) di Nykarleby (Finlandia) e The Arts Council of Ireland hanno messo a disposizione degli studenti dei propri Paesi una borsa di studio. Alla luce delle riflessioni sviluppate durante il workshop estivo di sperimentazione artistica e teorica Fragmented City con Marjetica Potrc, artista e architetto di Lubiana, gli studenti esporranno i loro progetti finali all'interno degli spazi milanesi di Fabbrica del Vapore, Careof, neon>fdv e Viafarini.

Le quattro diverse sedi espositive enfatizzano, anche dal punto di vista logistico, il concetto di frammentazione e decentralizzazione urbana, che è stato uno degli argomenti principali affrontati quest'anno.I tre studenti prescelti per il Premio Epson FAR per la ricerca artistica saranno selezionati da una giuria composta da un rappresentante della Fondazione Antonio Ratti, uno di Epson e un curatore/critico d'arte internazionale, e riceveranno ciascuno un prodotto ad alta tecnologia Epson.

Fragmented Show è accompagnata da una pubblicazione, realizzata da Produzioni Nero, che illustra i lavori degli studenti e le loro biografie. Verrà inoltre presentato il catalogo dedicato al visiting professor 2006, edito da Actar.


Con il patrocinio e il contributo del Comune di Milano - Settore Tempo Libero


top

last update 6-05-2008