english













Benjamin Valenza
CIRCA CIRCA, Dé-Abduction Apéritivo
foto di Davide Tremolada


Roberto Fassone
Jeg Er Enorme Jaevler I (il bimbo onnipotente)
foto di Anna Pfeiffer

Domenico Billari
I don't have a title for the practice of heavy and light spatial views
foto di Nicolò Burgassi


ArTransit | Performance Labour 1


un progetto in collaborazione con ZHdK (Università delle Arti Zurigo) nell'ambito del progetto ArTransit performing arts in motion, a cura di Simone Frangi, Heinrich Luber. Assistenza curatoriale: Giovanna Manzotti

Benjamin Valenza, Roberto Fassone, Domenico Billari, Jacopo Miliani, Hoferoppligerschweikerkaltenbach, Mali Weil, Quynh Dong


26 - 27 - 28 settembre e 3 - 4 - 5 ottobre 2014

Articolato in due episodi distinti ma contigui – il primo a Viafarini DOCVA (Milano) in Settembre ed il secondo a ZHdK (Zurigo) a Novembre - Performance Labour è un programma multiforme che si avvicina alla dimensione della performance proponendola come spazio di lavoro. Il progetto, curato a quattro mani da Simone Frangi e Heinrich Lueber, si definisce come un percorso di ricerca “in atto” che passando per momenti live, session seminariali e attività educative, cerca di riattivare una riflessione profonda sulla non-specificità della performance associandola al concetto anglosassone di labour. Nella sua ambiguità semantica, labour - oltre a risuonare, in una vaga affinità acustica, con la dimensione laboratoriale aperta che pertiene all’allenamento e alla formazione - pensa al lavoro nella sua struttura energetica e/o sociale.

I progetti performativi selezionati definiscono singolarmente la prospettiva “lavorativa” nella performance scegliendo formati e modalità strutturali in grado di estrarre dalla nozione di labour il suo nucleo definitorio o il suo contrario. Il campo operativo della performance diventa luogo di puro dispendio di energie, ambito di verifica dell’efficienza del corpo o spazio burocratico per l’attivazione di servizi, start up d’impresa o campagne ideologiche di promozione sociale. O, parallelamente, soglia ricreazionale, definita dall’inoperosità, dallo svago, dalla convivialità e dalla produzione e conoscenza “senza sforzo”.

Appuntamenti presso Viafarini DOCVA:
26.09.2014 h. 19.00 Benjamin Valenza, CIRCA CIRCA, Dé-Abduction Apéritivo
27.09.2014 h. 19.00 Roberto Fassone, Jeg Er Enorme Jaevler I (il bimbo onnipotente)
28.09.2014 h. 19.00 Domenico Billari, I don’t have a title for the practice of heavy and light spatial views
03.10.2014, h. 18.30 Hoferoppligerschweikerkaltenbach, Gastfreundschaft kompliziert
03.10.2014, h. 20.30 Jacopo Miliani, Three times
dal 04.10.2014, h.18.00 al 05.10.2014, h. 18.00 Mali Weil, Animal Spirits | Research Lab

05.10.2014, 21.00 Quynh Dong,The summer is still green, what are you looking for?

06.11.2014 Performance Conference conclusiva presso Teatro OutOff, Milano.

L'evento fa parte del progetto ArTransit performing arts in motion, , a cura di Domenico Lucchini e Barbara Fässler, portatore di progetto Teatro San Materno Ascona, parte del programma Viavai - Contrabbando culturale Svizzera-Lombardia, della Fondazione Svizzera per la Cultura Pro Helvetia e i suoi partner.


top

last update 9-11-2015