english

















Vedute dell'installazione

Amplikon
Davide Bertocchi, Sergio Cascavilla, Piero Cattani, Michele Combi, Donato Di Blasi, Paola Gaggiotti, Jannis Kopsinis, Michele Mariano, Paola Pivi, Marco Samorè, Francesca Semeria, Massimiliano Serra

a cura di Alessandra Galletta

18 marzo - 15 aprile 1997

Collettiva di dodici artisti italiani, scelti dell’Archivio Care of Viafarini, che condividono uno stesso stato d’animo verso l’oggetto artistico: è un linguaggio desueto che va superato. Come? Producendo opere d’arte che non assomigliano affatto a opere d’arte ma piuttosto a prodotti della creatività provenienti da altri campi. Ci saranno artisti che usano la pittura come la cartellonistica pubblicitaria, videoartisti che producono microstorie simili a videocilp, artisti che fanno abiti indossabili come fossero stilisti e ancora artisti che producono giocattoli, procurano biglietti aerei o adottano soluzioni estetiche degne di un rinomato studio grafico londinese. Insomma, sempre più difficile stabilire, tra i tanti “oggetti non identificati” del mondo delle immagini, che cosa sia arte e cosa non lo sia.

1 Davide Bertocchi ha portato un video-loop con un disco che gira (Hypnotéque) tre fotografie di frattali a colori. D.B. wants to be everywere, write to: davidebertocchi@usa.net.

2 Sergio Cascavilla in questo momento é a Londra per lavoro. Si occupa di fumetti, grafica e sta curando l’immagine di un catalogo per Alessi. Ha portato una scritta su legno realizzata con stencil. C’è scritto My love Sergino.

3 Piero Cattani é socio di una radio privata dove lavora come D.J., animatore radiofonico e direttore dei programmi. Frequenta arte e comunicazione al DAMS di Bologna. Ha un bimbo di pochi mesi, é tifoso del Bologna e guida come un pazzo. Ha portato delle foto e un video tratti da una sua intervista per Canale5: “Ma io... sono veramente Maurizio Cattelan?”.

4 Donato di Blasi lavora come infografico in una piccola ditta svizzera produttrice di CD-Rom e pagine WWW. Si occupa di grafica, progettazione di interfacce, strutture di navigazione, programmazione. E’ uno dei componenti del gruppo musicale the Table, gruppo svizzero di IDM (Intelligent Dance Music). Per il gruppo realizza grafica, video e foto. Ha portato un muro di carta da parati, tre monocromi in stoffa ‘fai da te’ e una camera a circuito chiuso per video sorveglianza.

5 Paola Gaggiotti finita l’Accademia ha lavorato alla reception di una palestra, ha disegnato camicette e curato la redazione dei Dizionari degli Artisti per G. Politi Editore. Da un anno promuove la musica contemporanea per l’Associazione Nuove Sincronie. Vorrebbe cantare al festival di Sanremo. Ha disegnato un abito e dei pacchi di pasta Barilla e poi li ha messi sotto vetro.

6 Alessandra Galletta è coautore de Le Notti dell’Angelo, programma culturale di Canale 5 e al coordinamento videomaker per 8mm di Italia1. Ha inventato Amplikon ed è a disposizione per le vostre domande.

7 Jannis Kopsinis è un greco che vive a Bologna dove gestisce il Drops, discobar aperto fino alle tre del mattino. E’ di salute cagionevole e anche adesso é ricoverato in ospedale. Sta meglio, ma ha portato una foto con un puledrino attaccato ad una flebo.

8 Michele Mariano esiste tutti i giorni per dormire, guardare gli altri, dar da bere, giocare, esistere. Non esiste tutti i giorni perché dorme, guarda gli altri, dà da bere, gioca, esiste. Espone un finto matrimonio e una vera rivista di moda uomo con un bellissimo fotomodello che indossa una sua creazione.

9 Paola Pivi studia all’Accademia e insegna ginnastica. Vi invita a guardarvi Beavis & Butthead. E’ sua la scritta in alto a sinistra e il registratore con le cassette audio di Canale 5 dalle 14 alle 15.

10 Marco Samoré 13.9.81 Viaggio a New York City; 22.10.88 Concerto dei Gorilla Bisquits all’Isola nel Kantiere di Bologna; 13.8.93 Rave Energy ‘93 a Zurigo; 17.4.95 GenerazioneX , manuale per una cultura accelerata di Douglas Copland. Ha fatto la pistola rotonda e la fila di Big Mac.

11 Francesca Semeria ama la cioccolata, elaborare con photoshop e andare al mercatino la domenica mattina a comprare giocattoli usati. Ha da pochi giorni acquistato una videocamera Hi8 Sony e per Amplikon ha fatto un altarino con copertine di CD e posters di gruppi Goa-transe e Jungle. Inventati.

12 Massimiliano Serra si nutre oltre che di cibo anche di fumetti e dei più sporadici mezzi di comunicazione, si occupa di grafica editoriale e pubblicitaria, ha iniziato con il settimanale Cuore ora lavora per il gruppo Monti, realizzando progetto grafico e impaginazione di una rivista specifica sui cavalli Lo Sperone., lavora con un Macintosh che gli permette anche di creare disegni e bozzetti per realizzare l’infilata di pistole color argento che vedete qui esposte.


Organizzato nell'ambito dell'attività per il Progetto Giovani del Comune di Milano


top

last update 12-10-2011